Andrea

Andrea

Con l'ultimo aggiornamento di Joomla! 3.6 si incorre molto spesso nel problema della funzione istalla che scompare.

Tutto dipende da tre plugins che vengono disinstallati durante l'aggiornamento.

Vi basterà andare in estensioni - esplora - e re-installare i tre componenti installer da file, da web, ecc a seconda dei bisogni.

Per altri problemi durante l'aggiornamento non esitate a contattarmi, la maggior delle volte un istallazione manuale dell'aggiornamento risolve il 90% dei problemi con questo update.

 

Se dopo un aggiornamento Joomla al vostro sito dovesse capitare lo stesso problema che è capitato a me, ecco qual'è la soluzione.

In pratica dopo un update Jommla o una migrazione capita che alla creazione o modifica di un contenuto, si blocca il pulsante salva, chiudi e via di seguito.

Rognoso problema, il più delle volte è inutile ripristinare backup, a meno che non si è cercato invano di risolvere alla cieca incrementando i problemi.

Più che un articolo questo è un vero e proprio avvertimento!

Se non avete ancora aggiornato il vostro sito Joomla o Wordpress all'ultima versione è il momento di farlo.

Dalla fine di Novembre infatti hacker provenienti da Honk Kong sono risusciti a penetrare il file manager di molti siti italiani.

Come? Grazie alle vecchie versioni di Joomla o Wordpress.

Una volta trovato il sito nella vecchia versione riescono a creare un accesso file manager al vostro hosting e ad infettare con un sito clone il vostro. Il risultato e che rimarrà visibile l'home page senza nessun problema ma al primo clic l'utente verrà reindirizzato ad un sito esterno, il più delle volte un eccomerce orientale. Oltre a questo la vostra indicizzazione seo andrà in un batter d'occhio persa e rimpiazzata dalle pagine del sito straniero. Come se non bastasse nelle query che rimarranno buone Google nel giro di qualche ore inserirà la riga evidenziata Questo sito potrebbe essere compromesso.

Ecco 3 Previsioni SEO che dovete sapere per il 2016.

Google a volte può spaventare annunciando cambi di algoritmo radicali, terrore di tutti gli esperti Seo. Ma sapendo in anticipo cosa Google modificherà nella scansione del vostro sito, renderà tutto più facile ed efficiente. Purtroppo quando si lavora con il Marketing, specie organico, siamo in mano ai motori di ricerca che possono fare di noi quello che vogliono.

Dall'ultima conferenza del Search Marketing Expo, la più famosa conferenza di search marketing al mondo, ha aiutato molti esperti Seo anticipando cosa Goo

Errori o bug di Joomla.

Uno dei più frequenti, spesso dopo una migrazione di un sito Joomla è il seguente messaggio "Save failed with the following error: Invalid Parent ID"   quando andiamo a salvare un nuovo articolo.

Questo errore fastidioso si verifica oramai da anni penso già dalla prima migrazione della versione 1.5 . Risolverlo è facile e vi basterà pochi minuti, dopo aver seguito in dettaglio questa guida alla soluzione.

Vi siete mai chiesti perchè è così facile ricevere un coupon Google Adwords?

Ultimamente capita spesso di ricevere addirittura delle chiamate da parte di account Google per stimolarvi ad aumentare la promozione su Adwords. Il più delle volte sono anche disponibili a realizzare banner ed elementi grafici in cambi di un budget pubblicitario. 

Penso che gran parte di noi abbia voluto testare e affidarsi a questi tutor. Appena attivata una campagna Adwords si riesce ad ottenere dei buoni risultati a livello di clic, ma conversioni? Pochissime! Specie se confrontato con Facebook. Il motivo principale delle basse conversioni è la scarsa qualità a livello di publisher, provare a mettere una campagna solo per i risultati di ricerca e vedrete che i clic si abbasseranno ma cresceranno le conversioni. E' comunque necessario per questa pratica pagare i singoli clic un cifra improponibile fino a due euro, per ricevere una buona visita. Niente a che vedere con le ads di Facebook. 

Se poi vogliamo scendere nei dettagli vi avverto che prendere contatti con un tutor Adwords significa legarsi a vita ad un venditore, che qualsiasi cosa farete a nome vostro su Adwords, sarà pronto a contattarvi ed offrirvi ogni qual volta un piano di pubblicità, che se rifiutato spesso delle volte vi troverete il vostro account sospeso. Il motivo, se avete usato un coupon promozionale, è che potete usarne massimo uno per tutta la vita, cosi dicono nelle condizioni generali di contratto, e vi vietano di riaprire un account a nome vostro. Ridicoli, prima ti offrono il coupon paghi 25 euro e quando ti stai godendo le 75 € lo sospendono, specie se hai campagne ottimizzate in cui spendi poco e converti molto. 

Spesso dopo una migrazione anche lite come quella da joomla 2.5 a 3.0 può capitarvi questo errore:

500 HtmlBehavior::mootools not found.

L'errore indica che la libreria Mootools non è stata trovata, cosa molto probabile visto che Joomla 3.0 finalmente ha sostituito queste libreria con jquery.

È chiaro in questo caso che avete molto prbabilmente tralasciato qualche componente, modulo o plugin della vecchia versione Joomla 2.5 istallato nel vostro sito e fino a che non sarà individuato la vostra Homepage rimarrà bloccata con questo errore.

Niente panico, non è necessario il più delle volte ricominciare dalla versione 2.5, ma dovrete recarvi nel vostro pannello di amministrazione del sito, andare in estensioni - gestione estensioni - cliccate su gestisci.

Li troverete tutte le istallazioni di plugin, moduli e componenti del vostro sito. Iniziando con la relativa prudenza a disabilitare tutto quello che non serve o che risulta indicato per la versione joomla 2.5 prima o poi troverete quello che rende il vostro sito impraticabile.

Vi consiglio prima di tutto componenti o altro relativi a slide, Rok e altri che sicuramente avrete utilizzato in passato.

 

 

Ci troviamo spesso di fronte il seguente errore nell'inserimento dei Tag in Joomla 3.0 ? Save failed with the following error:  

Bene qui trovate la soluzione.

Spesso a causa delle numerose migrazioni Joomla o dei pacchetti Quickstart in uso quando si compra un componente o un template professionale per Joomla ci possiamo trovare di fronte un fastidioso errore dei tag Joomla difficilmente risolvibile senza un minimo di base mysql.

Se anche voi vi trovate a dover combattere con questo errore dei tag di Joomla 3.0, non dovete far altro che seguire la guida qui di seguito.

Per i più esperti basterà eseguire queste due query tramite PhpMyadmin e il problema verrà subito risolto.

Per i meno esperti consiglio di salvare il seguente codice in un file .sql tramite Macromedia o altri programmi simili, per poi importarlo sulla root principale del database, tramite Mysql.

le tabelle interessate dal problema sono: 

xxx_tags

xxx__content_types

Vi basterà con le seguenti per risolvere il problema dei tag su joomla 3.0, naturalmente sostituite xxx con il prefisso delle vostre tabelle.

Ogni buon marketer o imprenditore cercando di sfruttare il Web per connettersi con più clienti potenziali sa che la SEO è sempre in evoluzione. Come i nuovi approcci dell'anno, è una buona idea studiare a fondo sulle tendenze di marketing, di pubblicità, e SEO attuali e future.

Ecco quello che dovete sapere sul SEO del 2015:

Focus sulla qualità, non la velocità o la quantità

Contenuti a prevalenza lunghi e di qualità continuano ad essere un aspetto cruciale della SEO, soprattutto perché i motori di ricerca stanno cominciando a mostrare l'accento sui contenuti più lunghi.

Qualche anno fa, Google ha iniziato la visualizzazione di  risultati "di approfondimento"  sulle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP), che erano in genere rappresentati da contenuti che avevano più di 1.500 parole. Questo è stato il primo segnale per il marketing di contenuti e SEO per iniziare a concentrarsi più sui contenuti di alta qualità invece di pubblicare un maggior numero di articoli, il più rapidamente possibile.

Quando SEO era nelle sue precedenti tappe, ottenendo più contenuti sul vostro sito (e altri in forma di database articolo o guest blogging ovunque si potrebbe), senza alcun riguardo particolare per la qualità o l'utilità per l'utente finale, poteva effettivamente influenzare il vostro sito web di rango nei risultati di ricerca.

C'è un sacco di confusione in giro su come sgombrare il cosiddetto referral spam, ecco la guida definitiva per la rimozione di tutte queste fastidiose idiozie! 

Indicizzare il sito web è abbastanza faticoso, ma quando si iniziano a manifestare nei rapporti delle visite, visitatori non umani, la vita del Seo è veramente miserabile.

[NOTA BENE: referral  "hulfingtonpost.com/2015/01/15/woman_revenge_6424828.html" e "google -officially -recommends ilovevitaly.com search shell" termini di ricerca organici che utilizzano la stessa tecnica di spam, come la serie darodar, e possono essere eliminati utilizzando la stessa tecnica] In primo luogo, ci sono tre tipi di visite spazzatura e referral spam, e ci sono diversi modi per affrontare con ciascuna di esse:

1. referral fantasma come la darodar / ilovevitaly / priceg / blackhatworth / hulfingtonpost.com / co.lumb.co / apple.com / ilovevitalii.com
2. crawler come semalt makemoneyonline
3. bots and spiders

Lavoro con

Ecco alcuni dei software open source che più utilizzo per promuovere un brand sul web.